Passione Franciacorta
Tutte le news
Condividi

Franciacorta, un consorzio che è parte della nostra storia

La storia del Consorzio Franciacorta comincia ufficialmente nel 1990, ma le sue origini sono più profonde. A monte c’è la sfida che Guido Berlucchi e Franco Ziliani lanciarono a se stessi e al mondo dell’enologia italiana nella seconda metà degli anni ’50, con la visione di uno spumante bresciano prodotto secondo il metodo classico.

Probabilmente neppure due menti così lungimiranti potevano prevedere che le prime tremila bottiglie di Pinot di Franciacorta della vendemmia 1961 avrebbero cambiato per sempre la vocazione del territorio, scrivendo una nuova pagina della storia e della geografia del vino italiano.
L’espressione Franciacorta, riconosciuta zona a denominazione di origine controllata nel 1967, è diventata sinonimo nel nostro Paese e nel mondo di bollicine italiane di qualità pregiata.
A vigilare sul rispetto del disciplinare, garanzia della qualità del Franciacorta, è il consorzio nato a Corte Franca il 5 marzo 1990 e trasferitosi nell’attuale sede di Erbusco tre anni dopo.
Il nome Franciacorta definisce, quindi, un territorio, un metodo di produzione basato esclusivamente sulla rifermentazione in bottiglia del vino, prodotto con uve Chardonnay, Pinot Nero e Pinot Bianco coltivate in 19 comuni della provincia di Brescia, nel cuore della Lombardia, ai piedi del Lago d’Iseo.
Il Consorzio Franciacorta conta circa 120 soci tra viticoltori, vinificatori, imbottigliatori, interessati alla filiera produttiva delle denominazioni Franciacorta DOCG, Curtefranca DOC e Sebino IGT.
Il logo si distingue per la “F” merlata, riferimento alle antiche torri medievali, caratteristiche dei 19 comuni del territorio: Adro, Brescia (parte), Capriolo, Cazzago San Martino, Cellatica, Coccaglio, Cologne, Corte Franca, Erbusco, Gussago, Iseo, Monticelli Brusati, Ome, Paderno Franciacorta, Paratico, Passirano, Provaglio d’Iseo, Rodengo Saiano e Rovato.

Iscriviti alla newsletter

Rimani informato sui prodotti, ricevi promozioni ed inviti agli esclusivi eventi Berlucchi.