Racconti dalla vigna
Tutte le news
Condividi

Risveglio

In quest’anno particolarmente difficile per il nostro Paese e per il mondo intero, osservare il germogliamento della vite, che ai primi tepori già ha schiuso lentamente le sue gemme, suscita una profonda emozione.
Nella vite, il germogliamento è preceduto e annunciato da un fenomeno chiamato “pianto” – verso la fine di marzo – che consiste nell’emissione di una lacrima di liquido dai tagli di potatura. Come una simbolica fatica, questa goccia indica la raccolta delle forze dopo l’assopimento dei mesi invernali e la riattivazione del metabolismo che porterà la vite al rigoglio dei mesi estivi.

Nei nostri vigneti già sono visibili le prime foglie e i primi grappolini, che piano piano, coccolati dalle nostre cure, si trasformeranno in fitta parete fogliare e in rigogliosi grappoli maturi.

In questa perfetta metafora della situazione che stiamo tutti vivendo, nel “pianto” che ci unisce, le nostre viti sono per noi un esempio di positività e rinascita e ci restituiscono in ogni germoglio le attenzioni con cui le abbiamo protette.

_ZAM6568_11 - Copia (2)