• OCCASIONI SPECIALI
  • INSALATA DI PUNTARELLE, BACON CROCCANTE, UOVA DI QUAGLIA, VINAIGRETTE LAMPONE

INSALATA DI PUNTARELLE, BACON CROCCANTE, UOVA DI QUAGLIA, VINAIGRETTE LAMPONE

Preparati al pranzo di Pasqua con un menu d’eccellenza by Chef Augusto Pasini

PREPARAZIONE

Tagliare il bacon sottile con l’aiuto di un affettatrice. Disporre le fette tra due fogli di carta forno e chiuderle tra due placche basse infornare a 180° per 18 minuti

Lavare in abbondante acqua fredda le puntarelle tagliarne una parte sottile e tenere da parte qualche puntarella intera. Mettere le puntarelle all’interno di una bacinella e condire con sale pepe olio extravergine di oliva del Sebino.

Per le uova faremo tre cotture diverse. Fare un nuovo affogato immergendolo in acqua bollente leggermente acidulata e raffreddare velocemente in acqua e ghiaccio. Preparare il secondo uovo all’occhio di bue. Preparare il terzo uovo sodo facendolo sobbollire per quattro minuti

Montare con l’aiuto di un frullatore immersione la purè di lampone con l’aceto balsamico e l’olio del Sebino e tenere da parte l’emulsione ottenuta

Montare il piatto disponendo le puntarelle all’interno di un coppapasta posizionare le fette di Bacon croccante le tre uova e condire con qualche goccia vinaiegrette al lampone

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

300 grammi puntarelle
60 grammi bacon affumicato
N. 6 uova di quaglia
50 grammi pure di lampone
10 grammi aceto balsamico
20 grammi olio extravergine di oliva Sebino
Sale di Cervia pepe di sarawak Q.B

IN ABBINAMENTO

Per impreziosire il vostro pranzo pasquale provate in abbinamento a questo antipasto Berlucchi Cuvée Imperiale Max Rosé. Piacevolmente abboccato, conferisce al piatto una marcia in più e i suoi profumi fruttati e vinosi esaltano le note di lampone della vinaigrette, accompagnando meravigliosamente l’inizio pasto.

Amanti della freschezza marcata e delle note agrumate? Provatelo invece con Berlucchi ’61 Brut.

SCOPRI I VINI IN ABBINAMENTO A QUESTA RICETTA
FRANCIACORTA
CUVÉE IMPERIALE MAX ROSÉ
FRANCIACORTA
BERLUCCHI ’61 BRUT